Caldaie a legna

Caldaie a legna

Le caldaie sono sistemi di riscaldamento presenti praticamente in ogni abitazione. Utilizzate sia per la produzione di acqua calda che per il riscaldamento dell’intera abitazione. Grazie alle odierne tecnologie le caldaie moderne riescono a rispondere alle esigenze strutturali e di comfort. Prestando particolare attenzione all’am...

Più

Caldaie a legna

Le caldaie sono sistemi di riscaldamento presenti praticamente in ogni abitazione. Utilizzate sia per la produzione di acqua calda che per il riscaldamento dell’intera abitazione. Grazie alle odierne tecnologie le caldaie moderne riescono a rispondere alle esigenze strutturali e di comfort. Prestando particolare attenzione all’ambiente, con la realizzazione di sistemi ecologici a ridotte emissioni. Vengono utilizzate fonti di energia rinnovabile, come ad esempio i pannelli solari e combustibili naturali come biomassa, pellet e legna. Si possono distinguere in questo modo i diversi modelli di caldaie, sempre più al passo con i tempi, apparecchiature che garantiscono elevati rendimenti, ma soprattutto bassi consumi.

Le alternative, come prima accennato, sono davvero tantissime, ma per molti la migliore soluzione e quella più economica per alimentare l’impianto di riscaldamento, è proprio la caldaia a legna. Apparecchiature che funzionano esclusivamente con combustibile naturale, la legna, soprattutto facilmente reperibile e a basso prezzo, uno dei primi combustibili alternativi. Impianto che funziona raggiungendo prestazioni elevate ma nel totale rispetto dell’ambiante, a differenza di tutti i combustibili fossi, compresi quelli gassosi come il metano. Consente inoltre benefici socio-economici davvero importanti.

La legna infatti, si caratterizza per la sua ottimale resa calorica oltre alla capacità di soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria e alimentare altri impianti di riscaldamento con un'unica combustione, così da assolvere diverse funzioni, calore e acqua calda. In questo modo è possibile ridurre sensibilmente il consumo di combustibile favorendo il risparmio energetico, di conseguenza le spese da sostenere.

La caldaia a legna funziona in modo tale da poter creare un ambiente sempre caldo e confortevole attraverso il collegamento con radianti a pavimento oppure semplici radiatori. Grazie a uno scambiatore di calore è possibile diffondere calore nell’ambiente. Energia termica prodotta dalla combustione che viene ceduta all'acqua e poi distribuita nei condotti per alimentare il sistema idrico sanitario e garantirsi un impianto di riscaldamento altamente funzionale.

Il processo di combustione è comunque quello di una caldaia standard, in modo da avere un riscaldamento uniforme ovunque senza il rischio di sbalzi di temperatura. Il vantaggio principale è soprattutto quello di limitare l’utilizzo dello scaldabagno elettrico.

Le caldaie a legna sono dunque innovative apparecchiature che permettono finalmente di limitare la dipendenza dai combustibili fossili. Abbassare le spese per il riscaldamento domestico, ma soprattutto ridurre nettamente le emissioni di CO2 nell’atmosfera, senza sprechi e con grandi vantaggi per tutti.

Come scegliere una caldaia a legna

Oggi le caldaie sono diventate sempre più moderne, con le innovative tecnologie è possibili acquistare un'apparecchiatura che permetta sia di produrre acqua calda oltre che riscaldare l’intera abitazione. Ovviamente in commercio esistono davvero tantissimi modelli di caldaie, che si distinguono dal tipo di combustibile che viene utilizzato per il funzionamento. Per esempio, la caldaia la legna. Come abbiamo già visto si tratta di un sistema di riscaldamento ecologico, ma anche per questo tipo di caldaie la scelta è vastissima. Infatti si distinguono oltre che per combustibile utilizzato, anche in base alla potenza e capacità di produzione di acqua calda per sanitari.

Bisogna considerare che sono diverse le potenzialità e prestazioni nel riscaldamento, distinguendosi anche per altezza e sviluppo della fiamma. Le caldaie a legna sono realizzate per essere facilmente collegabili a impianti di riscaldamento esistenti, come caldaie a gas e lavorare insieme a pannelli solari. Per fare la scelta migliore e più rispondente alle esigenze, la prima cosa è quella di verificare la grandezza della vostra abitazione. Poi individuare il numero di radiatori presenti in casa e le persone che vi abitano, oltre che il consumo medio di acqua calda fatta giornalmente. Sarà dunque necessario optare per una caldaia di potenza differente in grado cioè di provvedere ai consumi della casa, per acqua calda e riscaldamento. Tutti elementi centrali per l’acquisto di un apparecchio piuttosto che un altro. Oggi poi è possibile scegliere anche macchinari con tecnologie particolari, ideali per chi non vuole rinunciare assolutamente alle comodità. Chiaramente questi modelli presentano dei costi molto più alti.

Generalmente le odierne caldaie a legna sono provviste di funzionamento autonomo, sia per quanto riguarda la gestione del combustibile che per il sistema di pulitura. Molti modelli in commercio oltretutto non interrompono la combustione in caso in cui si verifica l’interruzione dell’energia elettrica. Sono apparecchiature che richiedono una manutenzione ridotta e tanti altri incredibili vantaggi, non solo dal punto di vista economico. L’unica difficoltà potrebbe riguardare lo stoccaggio della legna, per coloro che vivono in appartamento ad esempio o non hanno spazio a sufficienza.

Avere chiaro quale sia il rendimento di una caldaia a legna diventa fondamentale per la scelta. In aggiunta anche altri elementi diventano centrali, quali ad esempio la posizione della canna fumaria e del comignolo e la forma, la dimensione e la tipologia. Per quanto riguarda la potenza della caldaia a legna per la vostra casa, servirebbe considerare anche altri aspetti come i materiali impiegati per la realizzazione degli infissi, le schermature solari, il termointonaco, pannelli isolanti, presenza di un eventuale cappotto termico. Tutte considerazioni che potrebbero essere molto utili per effettuare la giusta scelta, non solo per quanto riguarda un tipo di caldaia ma anche dell’impianto di riscaldamento migliore per la vostra abitazione.

Come funzionano le caldaie a legna

Nel caso in cui avete deciso di acquistare finalmente una caldaia ecologica e limitare al minimo la vostra dipendenza da combustibili fossili. Sappiate che tra tutte quelle presenti in commercio, la caldaia a legna risulta essere quella con l’indice di efficienza in assoluto più elevato. Significa che a parità di combustibile bruciato si verifica un maggiore potere calorico. Si riscalda meglio e si consuma meno.

In questo modo è possibile soddisfare le necessità non solo di acqua calda, ma persino di riscaldamento domestico. Infatti, le caldaie possono essere collegate a radiatori e pannelli radianti a pavimento, e come se non bastasse lavorare affiancate a caldaie a gas e altre fonti di energia rinnovabili come ad esempio i pannelli solari.

Acquistare una caldaia a legna non significa stravolgere la struttura abitativa, in quanto basta collegarla all’impianto già esistente. L’unica differenza riguarda il fatto di dover avere una vasca di stoccaggio per la legna, così da consentire alla caldaia il continuato prelievo del combustibile.

Le caldaie a legna funziona dunque con combustibile natura ed ecologico, limitando non solo i consumi, ma persino le emissioni. Questo non significa che non vi siano fumi rilasciati nell’ambiente, ma che quelli prodotti sono considerati praticamente a zero emissioni inquinanti. Come del resto anche le caldaie a pellet oppure a biomassa o a cippato. Tutte perfette per rispondere alle odierne esigenze di riduzione di gas a effetto serra. Funzionando nel totale rispetto del nostro pianeta.

In commercio è possibile trovare tra due differenti tipi di caldaie a legna, quella a fiamma inversa o assiale. La differenza non è molta, l’elemento centrale riguarda il tipo di combustibile. Nella stufa a legna a fiamma inversa, il bruciatore è collocato al di sotto del vano di carico della legna. Perfetta per tutti i tipi di legna anche quella con un contenuto di umidità più elevato. Mentre la seconda, è non solo per una qualità della legna più elevata, ma può benissimo funzionare con pellet o legna in scaglie.

In genere le caldaie a legna però sono un po’ più grandi e per questo necessitano di essere installate in locali appositi e soprattutto ben arieggiati. In ogni modo il principio di funzionamento è come quello di una tradizionale caldaia a gas. Infatti, munite di uno scambiatore di calore, che ha il compito di cedere l’energia termica prodotta dalla combustione riscaldando l’acqua. La quale viene successivamente distribuita nei condotti fino a raggiungere i termosifoni e sanitari.

Grazie a un sistema di controllo della combustione la caldaia riesce a rilevare la quantità di ossigeno nei fumi, regolando autonomamente l'immissione di aria per una migliore efficienza. Tutte le caldaie a legna soprattutto le più moderne, sono persino dotate di meccanismi di post-combustione, così da consentire alti rendimenti, riducendo contemporaneamente le emissioni inquinanti.

Vantaggi caldaia a legna

Le caldaie sono apparecchi oggi sempre più moderni e tecnologici, infatti progettati e realizzati per essere efficienti anche con l’utilizzo di combustibile naturale come il pellet o la legna. I vantaggi di queste incredibili macchine sono davvero infiniti. Cominciando dal fatto che ormai praticamente tutte, anche quelle a legna sono automatizzate. Equipaggiate cioè di sistemi che consentono di programmare una diversi parametri, limitando così l'intervento manuale sia per le operazioni di carico del combustibile e di pulizia della caldaia. Provviste anche di adeguati sistemi di sicurezza, che aiutano la macchina a mantenere una certa temperatura. Attraverso uno scambiatore di calore posto nella parte interna della caldaia, che facendo scorrere acqua fredda ne abbassa la temperatura, nel caso in cui raggiunga livelli troppo elevati e potenzialmente pericolosi.

Alimentare la caldaia a legna significa ridurre le spese di mantenimento, soprattutto se confrontata con altre caldaie a gas. La legna infatti ha un prezzo molto più basso e semplice da reperire, è ecologica e presenta una maggiore resa termica. Con la tecnologia oggi è possibile avere una caldaia a legna che produce calore anche nel caso in cui non vi sia elettricità. Può essere persino programmata per accendersi e spegnersi agli orari che si preferisce, per creare un ambiente caldo e piacevole nel momento della giornata che si desidera. Alcune caldaie a legna sono addirittura predisposte per i comandi a distanza, attraverso l’utilizzo del cellulare è possibile azionare la caldaia anche se non si è in casa.

Si tratta di apparecchiature che possono essere persino collegate ai pannelli solari o a caldaie a gas, ma progettata per garantire tutti i comfort mai visti in una semplice caldaia. Grazie alle moderne tecnologie addirittura esistono delle caldaie che possono persino stabilire in maniera autonoma il riscaldamento migliore da attivare. Ad esempio nel caso in cui vi siano più impianti o fonti di energia, una centralina all’interno della caldaia stabilisce in base ad alcuni parametri esterni, quale fonte azionare per la produzione di acqua calda o per il riscaldamento. Prediligendo chiaramente quella che consuma meno. Gestisce dunque il combustibile in maniera completamente autonoma in base alle condizioni ambientali, le caratteristiche del combustibile e della canna fumaria. Intervenendo opportunamente al fine di garantire un funzionamento ottimale e raggiungere rendimenti elevati. Evitare sprechi ma con una resa termica davvero incredibile. Creando un ambiente caldo e confortevole in brevissimo tempo.

Quanto consumano le caldaie a legna

Ormai l’inverno è arrivato e comincia la corsa contro il tempo per l’acquisto di un impianto di riscaldamento che riesca a produrre calore e raggiungere rendimenti elevati, limitando i consumi e le spese. Quindi adatto alle proprie esigenze economiche ed energetiche che faccia risparmiare sull’acquisto di combustibile e sulla bolletta.

Sicuramente le soluzioni migliori sotto questo punto di vista sono tutte le apparecchiature a combustibile naturale, comprese le caldaie, e in particolare quelle a legna. Esse infatti, presentano una resa termica maggiore, oltre al fatto che la legna oggi è in assoluto il combustibile più economico, naturale e facile da reperire.

Quanto consumano le caldaie a legna? Per rispondere a questa domanda è importante fare alcune considerazioni iniziali. Prima di tutto l’acquisto della caldaia, che presenta ovviamente dei prezzi diversi in base al rivestimento, alla potenza termica nominale. Per poi passare all’uso che se ne fa. Quindi bisogna considerare i consumi giornalieri, oltre a quelli legati al combustibile, al costo della legna da ardere, alle differenze negli usi in base allo stile di vita. I consumi stimati sono comunque più bassi rispetto alle tradizionali caldaie a gas, questo anche grazie alla continuità di fornitura termica assicurata dall'elevata massa d'accumulo che assicura la possibilità di avere l'emissione termica per ore persino quando la caldaia è spenta.

Meno

Caldaie a legna Ci sono 6 prodotti.

Mostrando 1 - 6 di 6 articoli
Mostrando 1 - 6 di 6 articoli